sabato 24 giugno 2017

TORRETTE DI MELANZANE GRATINATE AL PESTO E MOZZARELLA




Girovagando sulla pagina FB di Chef & Maitre la mia amica Loredana Troiano aveva pubblicato l'immagine di questo piatto, le ho chiesto immediatamente la ricetta e lei non ha esitato, me la ha inserita contestualmente. E' una preparazione sana e semplice che esalta il gusto della melanzana in modo esemplare. Mi piace moltissimo! La condivido sul blog e chiunque la proverà resterà estasiato!

Ingredienti per 4 persone:
3 melanzane grandi
una mozzarella
pesto q.b. 
sale q.b.
olio e.v.o. qb
pane grattugiato q,b,


Preriscaldare il forno a 200°. Tagliare le melanzane a rondelle un pò spesse, metterle in più teglie coperte con un foglio di carta forno, fare dei taglietti sulle stesse, salarle versare un filo d'olio ed infornarle per 20 minuti. In una teglia rivestita di carta forno formare le torrete: cospargere la base con un pochino di pan grattato, uno strato di melanzane, un cucchiaio di pesto ed una fettina di mozzarella, proseguire così fino alla fine. Ultimo strato solo pesto e spolverata di pan grattato. Infornare, sempre con forno a 200°, per 20 minuti. Ottime sia calde che fredde.

Grazie Loredana per la ricetta molto gradita!

domenica 11 giugno 2017

TORTINO GRATINATO DI PATATE, ZUCCHINE, CIPOLLE DI TROPEA E POMODORINI


In questi giorni sono sempre alla ricerca di ricette sane e gustose, adatte alla dieta, che non deprimano l'umore ed il gusto. Ieri sera non sapevo proprio cosa fare, mio figlio minore tornava dalla palestra stanco ed affamato, ma essendo a dieta non vuole appesantirsi. Mi è venuto in mente questo tortino di verdure, il risultato è stato strepitoso. E' molto saporito ed estremamente sano!

TORTINO GRATINATO  DI PATATE, ZUCCHINE, CIPOLLE DI TROPEA E POMODORINI 

ingredienti per 5 porzioni abbondanti:
3/4 patate novelle
5/6 zucchine
2 cipolle di Tropea
10/15 pomodorini datterini o ciliegini
20/30 g di pane grattugiato
1 ciuffo di basilico
1 peperoncino
un ciuffo di timo
un pizzico di origano
uno spicchio di aglio
sale q.b.
olio e.v.o. q.b.

Preparare la panura mettendo il pane grattugiato nel frullatore, aggiungere l'aglio senza anima, il peperoncino e le erbe aromatiche, azionare il frullatore ad intermittenza e tritare il tutto.

Stendere la carta forno in una teglia, olearla lievemente con l'ausilio di un pennello (pochissimo olio). Tagliare le patate novelle a fettine sottilissime, io non ho tolto la buccia, e posizionarle sul fondo della teglia in un solo strato, spolverarle con un pizzico di sale ed un pochino di panura. Tagliare le zucchine a fette (io ho usato solo la parte esterna, quella verde) e sistemarle sulle patate, salare e spolverare con la panura aromatica. Tagliare le cipolle a fette e sistemarle sulle zucchine, salare e spolverare con la panura aromatica. Per ultimo i pomodorini tagliati a fettine, salare e spolverare con la panura. Irrorare con un filo di olio ed infornare in forno statico preriscaldato a 200° per 30/45 minuti, fino a quando il tortino è gratinato.

Buona dieta o non dieta a tutti!

PANE DI FARINA DI SEGALE INTEGRALE BIOLOGICA CON LIEVITO MADRE (RICETTA DI BONCI)

In famiglia abbiamo sempre amato il pane di segale, ma è difficilissimo trovarlo fresco nei panifici meridionali. Approfittando di una dieta collettiva familiare ho deciso di preparalo in casa! Ho acquistato dell'ottima farina di segale integrale biologica e sono andata alla ricerca della ricetta. L'ho trovata nello splendido blog Kitty's Kitchen.
Sul web ho pure rinvenuto il video con la spiegazione di Bonci.
Questa è stata l'occasione per imparare ad usare il lievito madre ed il risultato è stato talmente sorprendente che il pane, oramai, lo faccio io!

PANE DI FARINA DI SEGALE INTEGRALE BIOLOGICA CON LIEVITO MADRE (RICETTA DI BONCI)

Ingredienti:
1 kg di farina di segale integrale biologica
200 g di lievito madre
1 l di acqua calda
40 g di sale (io ho dimezzato la dose)

In una grande ciotola sciogliere, con un  cucchiaio di legno, il lievito madre con l'acqua calda, aggiungere la farina, versare, poco per volta l'acqua calda ed incorporarla alla farina, per ultimo inserire il sale e mescolare bene. Spolverare una spianatoia con farina bianca, versarci l'impasto ottenuto e dare la forma al pane secondo il contenitore scelto per cuocerlo. Rivestire lo stampo con carta forno e posizionare l'impasto. Per ottenere la forma a cupola occorre appiattire solo i bordi e lasciare in centro sopraelevato. Lasciare lievitare in luogo caldo e a riparo da correnti per 4 ore circa. Accendere il forno e preriscaldarlo alla massima potenza. Infornare il pane ed abbassare la temperatura a 160°. Cuocere per un ora, sfornare e toglierlo dallo stampo mantenendo la carta e forno e riposizionarlo nel forno senza contenitore. lasciare cuocere per altri 30 minuti. Sfornare e lascialo raffreddare. Ho letto che per conservarlo è meglio inserirlo in un contenitore di ceramica, in questo modo il pane non prende gli odori della busta di carata o plastica. Si conserva egregiamente per più di una settimana. 

Un grandioso saluto a tutti i lettori e buona cottura!





venerdì 26 maggio 2017

ZUCCHINE RIPIENE (RICETTA LIGHT)

In questa stagione sentiamo la necessità di mangiare in modo sano e leggero. Queste zucchine ripiene, sebbene siano dietetiche, sono molto saporite. Si può stare a dieta senza rinunciare al gusto!

Ingredienti per 5/6 persone:
1 kg di zucchine
una scatoletta di tonno al naturale
una manciata di capperi sotto sale
una manciata di olive nere
circa 10 pomodorini ciliegini o datterini
1 cipolla di tropea
1 peperoncino piccante (facoltativo)
2 cucchiai di olio e.v.o.
sale q.b.
origano q.b.
basilico q.b.
uno spicchio d'aglio
pane grattugiato q.b.

Spuntare le zucchine e tagliarle a metà. Bollirle in acqua salata per 5 minuti, scolarle e lasciarle raffreddare. Rimuovere, con un cucchiaino, la parte interna dalle zucchine, quella con i semi, e posizionarle in una teglia ricoperta di carta forno. In una padella mettere l'olio, la cipolla tritata, l'aglio ed il peperoncino, salare e lasciare stufare leggermente con il coperchio. Dopo circa 5 minuti, aggiungere i pomodorini tagliati a spicchi, il tonno ben sgocciolato, le olive denocciolate ed i capperi ben dissalati. Lasciare cuocere per circa 5 minuti senza coperchio. Aggiungere il basilico, l'origano e togliere dal fuoco. Inserire l'intingolo, con l'ausilio di un cucchiaino, nelle zucchine, cospargere con il pane grattugiato ed infornare in forno preriscaldato a 200° per circa 20 minuti, fino a quando si nota una lieve doratura.

domenica 21 maggio 2017

Brownies proteici con banane, mandorle, cacao amaro e proteinde del siero del latte



Da tempo mio figlio minore, che frequenta assiduamente la palestra e la sala pesi, mi ha chiesto di preparargli in casa le barrette proteiche. Girovagando in internet per cercare qualche ricetta ho trovato uno splendido sito: http://www.my-personaltrainer.it/
Non solo ci sono tantissime ricette utili per la dieta iperproteica adatta a chi fa palestra, ma anche sane, semplici e gustose per tutti i giorni. Le video ricette sono spiegate minuziosamente dalla bravissima e simpaticissima Alice. Visito spesso questo sito e seguo molti consigli per allenarmi e ritrovare la forma fisica perduta!

Questi Brownies proteici hanno come ingredienti solo: mandorle, cacao amaro, banane e proteine del siero del latte. Mio figlio Fabrizio li ha apprezzati moltissimo. Per la ricetta vi indirizzo al sito con la spiegazione dettagliata e la video ricetta di Alice. 


Ingredienti Ricetta
200 g di polpa matura di banana
50 g di proteine del siero del latte
80 g di mandorle
20 g di cacao amaro

Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/Tv/Ricette/Dolci_Dessert/brownies-proteici.html
Raccogliere le mandole nel contenitore di un frullatore a pressione: frullare a intermittenza fino a ottenere un composto pastoso.
Sbucciare le banane mature, tagliarle a rondelle e unirle alle mandorle tritate. Aggiungere il cacao amaro e frullare nuovamente per ottenere un composto cremoso.
Versare la crema ottenuta in una ciotola e amalgamare con le proteine del siero del latte al gusto nocciola.

Distribuire l’impasto in una teglia rettangolare dalle dimensioni di 20 x 15 cm e cuocere in forno caldo a 180°C (modalità: ventilato) per 12 minuti.
Sfornare, lasciar intiepidire e tagliare il dolce a pezzi quadrati o rettangolari.
Conservare i brownies proteici in frigo e cosumare entro 3 giorni.

Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/Tv/Ricette/Dolci_Dessert/brownies-proteici.html


Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/Tv/Ricette/Dolci_Dessert/brownies-proteici.html


    Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/Tv/Ricette/Dolci_Dessert/brownies-proteici.html

    Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/Tv/Ricette/Dolci_Dessert/brownies-proteici.html

    mercoledì 8 marzo 2017

    Arancine di riso, ricetta di Tiziana Perna (Tizi)





    Questa ricetta, originale palermitana, mi è stata data da Tiziana Perna (Tizi) e come tutte le sue ricette è meravigliosa. Ho conosciuto Tiziana sul Forum del Gambero Rosso circa 10 anni fa, all'epoca ci conoscevamo solo con il nostro nick name lei Tizi e io Picetto, non sapevamo quali erano i nostri nomi eravamo solo delle appassionate di cucina che si scambiavano ricette ed opinioni. Sul mio blog c'è una intera sezione dedicata alle sue ricette. Oggi Tiziana è molto attiva ed apprezzatissima su Chef & Maitre, un gruppo facebook, con marchio registrato, che conta centinaia di migliaia di utenti.
    Inserisco la ricetta che mi ha inviato lei personalmente e che io ho preziosamente conservato nel mio ricettario. Se vedete le immagini delle sue arancine rimanete strabiliati, il ripieno è inserito molto meglio rispetto a quelle mie, ma con la pratica sicuramente migliorerò. Ho notato che le arancine si possono anche congelare una volta preparate senza procedere alla frittura. All'occorrenza, si lasceranno scongelare lentamente e poi si procederà alla frittura.

    Arancine di Tizi

    "Beh, io sono palermitana e le arancine (a Palermo hanno il nome al femminile) vanno fatte con le uova. A me non si aprono affatto in cottura, io preparo il classico risotto con il soffritto di cipolla e il brodo usando un riso che rilascia molto amido, lo zafferano non tutti lo mettono (io si perché a me piace). A fine cottura aggiungo del caciocavallo grattugiato e delle uova intere (il colore giallo del riso infatti è più o meno intenso a seconda se è dato dallo zafferano o solo dai tuorli)." 

    Io le uova le ho aggiunte quando il riso era quasi freddo.

    "Per farcirli preparo  il classico macinato di carne (mista vitello e maiale) con piselli e caciocavallo fresco a pezzetti, o una "besciamella" molto densa a cui aggiungo dadini di prosciutto cotto, salame, tocchetti di formaggio dolce (tipo "vastedda palermitana" o caciotta) e un po di pepe nero. Il riso così è già "appiccicosetto", quindi basterà passarle semplicemente nel pangrattato che aderirà perfettamente e la presenza dell'uovo ti garantirà il fatto che non si rompano in cottura. Prima di friggerle comunque compattale sempre fra le mani ben bene. Io generalmente (dovendone fare sempre molte per tutti gli amici e parenti che me le richiedono) le preparo un giorno prima e le metto in frigo pronte per friggerle (il freddo forse aiuta a compattare di più il riso) e le friggo solo al momento di mangiarle. A Palermo diamo una forma rotonda a quelle ripiene di carne, una forma allungata ovoidale a quelle "al burro" (quelle con la besciamella x intenderci). Ciao"




    Risotto

    Arancine di carne prima della frittura


    Arancine di carne dopo la frittura

    Arancine al burro appena fritte




    Arancine al burro (ho aggiunto qualche pisello al ripieno)

    Questa ricetta è stata aggiunta alla Top Tradizione del 6.3.2016 di Chef & Maitre Grazieeeeee